Come valutare i tuoi investimenti tramite il ROE?

Innanzitutto, rispondendo alle domande: è sostenibile per la mia farmacia? Offre ricavi maggiori della media di settore?

Identity

Prosegue il percorso formativo dedicato alla gestione degli investimenti nella tua farmacia.

 

Identity

In questa puntata continuiamo il discorso sulla redditività degli investimenti, inziato nell’uscita precedente sul tema.

Abbiamo visto come la redditività del capitale sia rappresentabile dal ROE (Return On Equity), un indicatore facilmente ricavabile dai dati del bilancio annuale come rapporto fra il reddito netto e il patrimonio netto.

Attraverso l’esempio della Farmacia Alfa, abbiamo visto come un ROE del 15% indichi che, per 100€ di capitale investito, l’imprenditore ottenga una remunerazione pari a 15€.

MA COME VALUTARE QUESTO INDICATORE?

Come comprendere se una redditività di 15€ per 100€ di capitale investito è soddisfacente?

La risposta è sintetizzabile in due parole-chiave: sostenibilità e confronto.

1. SOSTENIBILITÀ
Il valore del ROE è in linea con la redditività media degli anni precedenti? Analizza lo storico per capirlo!

Innanzitutto, per valutare se la redditività del nostro investimento ci convince occorre verificare se il risultato è sostenibile, ovvero se il ROE raggiunto o ipotizzato per l’anno dell’investimento è in linea con lo storico di farmacia.

L’analisi di un solo bilancio è poco significativa, perché i risultati di un solo anno potrebbero essere influenzati da eventi straordinari, positivi o negativi, che sono destinati a non ripetersi nel tempo.
La valutazione della redditività del capitale proprio deve pertanto essere condotta su un congruo lasso temporale, non inferiore a 3 anni. Includere altri anni nelle valutazioni e indagare le cause delle anomalie può naturalmente aiutare ad approfondire ulteriormente.

Dopodiché, eliminati o riproporzionati eventuali valori anomali (in positivo o negativo), si può calcolare una redditività media, basata sulla tendenza pluriennale, naturalmente più affidabile e significativa quanto più anni vengono considerati: sarà a quella che dovremo andare a confrontare il ROE dei nostri investimenti per valutare se la cifra che ci siamo immaginati o posti come obiettivo è effettivamente sostenibile.

2. CONFRONTO
La redditività della tua farmacia è soddisfacente? Confronta i tuoi dati con quelli medi del settore!

L’appetibilità di un qualunque investimento dipende naturalmente dalle alternative di investimento e dalle possibilità della relativa remunerazione.
Per valutare quanto è soddisfacente la remunerazione, ottenuta o prevista, del tuo investimento in farmacia occorre quindi effettuare un’analisi di confronto del ROE della tua farmacia con quello di altre farmacie analoghe, perché della zona o di pari dimensioni, oppure con la redditività media del settore.

Considera ad esempio che per il 2018 Competitive Data segnala
un ROE medio per le principali farmacie italiane pari all’11,3% .

Il ragionamento diventa chiaramente più articolato se si valutano anche i rischi (es. minacce derivanti da concorrenti attuali o potenziali; difficoltà di accesso al credito), ma a grandi linee possiamo dire che per imprese dello stesso settore ubicate nello stesso ambito territoriale i rischi sono tendenzialmente omogenei.

IN SINTESI

Identity

Possiamo concludere che nella scelta fra più alternative, l’investimento più conveniente sarà quello che, a parità di rischi, promette il rendimento medio più elevato e più stabile nel tempo.

Vuoi un esempio pratico? Qui sotto un xls con l’esempio di bilancio di una farmacia reale, su cui farti un’idea.

SCARICA

Subscribe
Notificami