BENVENUTI SU PHARMUP

Registrarsi è gratis

video
ASCOLTA
IL RACCONTO
DEL PROGETTO
video
SCOPRI
DI COSA
SI TRATTA

COS’È PHARMUP?

Network

PharmUP è una piattaforma di in-formazionesupporto e scambio, pensata per aiutarti a fare un salto di qualità nella tua professionalità quotidiana.

 

Touch

Un nuovo, prezioso alleato per compiere o completare l’evoluzione della tua farmacia nella direzione di un nuovo modello, più reattivo e più agile nel contesto di oggi: la farmacia digitale.

 

Social

PharmUP è il tuo “social network professionale”: uno spazio di condivisione per tutti i farmacisti e professionisti del settore farmacia dove puoi condividere competenze, assistenza ed esperienze con gli altri membri della community, per guardare assieme, più forti e più uniti, alle sfide del mercato e del settore.

 

PERCHÉ REGISTRARSI?

Check

Per accedere, gratuitamente, a tutti i contenuti, informativi e formativi

 

Convo

Per trovare rapido riscontro e assistenza nei contributi e nei consigli dei colleghi

 

Idea

Per scambiare opinioni, riflessioni e soluzioni

 

Newspaper

Per seguire i principali aggiornamenti del settore, discuterli, rifletterci su

 

Growth

Per accrescere e arricchire competenze, capacità, metodologie, strategie

 

Pharmacy

Per arrivare a ridefinire, insieme, il modello di farmacia di domani, grazie anche – ma non solo – al supporto del prodotto CGM

COME REGISTRARSI?

Per aprire un’utenza su PharmUP ti bastano 3 minuti:

2 minuti per creare un’utenza su CGMlife ID, il sistema di autenticazione ufficiale CGM, che ti garantisce la massima sicurezza e protezione dei dati
ti è sufficiente inserire qualche semplice informazione anagrafica, una mail e una password

1 minuto per completare la tua iscrizione su PharmUP, accettando privacy policy e accordi di servizio e rispondendo a qualche semplice domanda per dichiarare se la tua farmacia è cliente CGM o meno
ti viene chiesto di dichiarare se sei già Cliente CGM e se lavori o meno in farmacia

Registrati gratis Serve aiuto?

COVID-19 - nazionale

03/12/2021

Vaccini ai bambini, l'AIFA stabilisce tempi e organizzazione

Dopo l'approvazione dell'estensione della vaccinazione antiCovid ai bambini, l'AIFA chiarisce che il vaccino verrà somministrato in dose ridotta (un terzo del dosaggio autorizzato per gli adulti), a distanza di tre settimane tra una dose e l'altra, indicativamente partendo dal 16 dicembre. La decisione è stata presa dopo aver analizzato i dati sia dei decessi, 36 da inizio pandemia, ma soprattutto dei contagi di cui i bambini sono sempre più il "veicolo". Diverse regioni stanno pensando ad hub dedicati, orari pomeridiani comodi per i genitori, presenza di pediatri per consentire ai bambini di vivere la vaccinazione con la maggior tranquillità possibile.

 

30/11/2021

Variante Omicron, l'ISS fotografa la situazione attuale

L'Istituto Superiore di Sanità ha dedicato un articolo alla nuova variante Covid-19 conosciuta come "Omicron" che, in questi, giorni, sta destando preoccupazione in tutto il mondo. Non è ancora chiaro se tale variante sia effettivamente più trasmissibile, né ci sono evidenze che l'infezione causi una malattia più grave rispetto a quella finora conosciuta. Il numero di mutazioni che la caratterizzano, però, ha innalzato la soglia di attenzione perché ancora non è chiaro se tutti i test attualmente in uso siano in grado di rilevarla né se i vaccini disponibili forniscano la stessa protezione evidenziata con le altre varianti.

 

26/11/2021

Il Ministero della Salute proroga le certificazioni di esenzione ed estende le dosi booster

A partire dal 1° dicembre 2021 sarà possibile effettuare la somministrazione della dose di richiamo (booster), nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, anche per i soggetti a partire dai 18 anni di età. Questo è quanto stabilito dal Ministero della Salute con il comunicato n.53886 cui fa seguito il comunicato n.53922 relativo alla proroga della validità delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione sino al 31 dicembre 2021. Nel comunicato si precisa, altresì, che non sarà necessario un nuovo rilascio delle certificazioni già emesse.

 

25/11/2021

L'Ema potrebbe anticipare le date di vaccinazione anti-Covid per i bambini da 5 a 11 anni

Visto l'aumento dei contagi in tutta Europa, il quadro che si va delineando non sembra dei migliori e allora si pensa a correre ai ripari. Molte nazioni stanno provvedendo con lockdown mirati ma i numeri non sembrano migliorare. Per questo motivo si attende, nelle prossime ore, la decisione dell'EMA di anticipare la vaccinazione nei bambini nella fascia di età tra i 5 e gli 11 anni. A spingere a tanto sono i numeri, a fronte di un 2% di bambini che fino a poche settimane fa contraeva il virus, oggi si registra un 25-30% di contagiati in questa fascia di età. Per questo è necessario intervenire e, probabilmente fin dai primi giorni di dicembre, anche Aifa darà il via libera alla vaccinazione dei bambini.

 

23/11/2021

Il Ministero della Salute anticipa a 5 mesi l'intervallo temporale per la dose booster

Vista una sempre più crescente circolazione virale e la ripresa della curva epidemica, il Ministero della Salute ha aggiornato le indicazioni di intervallo temporale tra la somministrazione della dose cosiddetta "booster" e il completamento del ciclo primario nell'ambito della campagna vaccinale anti-Covid19. Indipendentemente dal vaccino somministrato in precedenza ora sarà possibile ricevere la dose di richiamo dopo 150 giorni - 5 mesi - anche contestualmente al vaccino antinfluenzale.

 

15/11/2021

La Commissione europea autorizza due nuovi farmaci con anticorpi monoclonali per contrastare il Covid-19

Sono stati autorizzati nell'Unione Europea i due nuovi farmaci anticorpo monoclonale per contrastare e prevenire il Covid-19. Si tratta di Ronapreve e Regkiroma, registrati rispettivamente da Roche Registration GmbH e Celltrion Healthcare Hungary Kft, i cui risultati in fase di sperimentazione lasciano ben sperare. La somministrazione di entrambe i farmaci, infatti, riduce significativamente sia i ricoveri che i decessi di soggetti colpiti dal virus che causa il Covid e i profili di sicurezza sono stati favorevoli, con un numero limitato di effetti indesiderati che hanno portato il CHMP a concludere che i benefici sono superiori ai rischi.

 

11/11/2021

Spikevax per bambini dai 6 anni, l'EMA ne valuta l'utilizzo

Poiché la pandemia non accenna a diminuire e ad essere colpiti sono anche i giovanissimi, l'Agenzia europea per i medicinali ha iniziato a valutare l'estensione alla vaccinazione nei bambini a partire dai 6 anni. Attualmente, infatti il vaccino anti-Covid Spikevax è autorizzato in soggetti di età pari o superiore ai 12 anni ma visto l'evolvere della situazione sono stati avviati studi in soggetti giovanissimi e, nel giro di due mesi, l'EMA dovrebbe pronunciarsi al riguardo a meno che non siano necessari ulteriori approfondimenti.

 

05/11/2021

L'Istituto Superiore di Sanità comunica i dati principali del monitoraggio Covid-19

Sono di oggi i nuovi dati di monitoraggio diramati dall'ISS relativamente al decorso della pandemia sul territorio nazionale e sono tutti in risalita. L'incidenza settimanale a livello nazionale è di 53 per 100mila abitanti contro i 46 per 100mila della settimana precedente; l'Rt medio è pari a 1,15, in aumento rispetto alla settimana precedente e oltre la soglia epidemica. Il tasso di occupazione delle terapie intensive è al 4% contro il 3,7% della settimana precedente e tutte le Regioni sono classificate a rischio moderato. Infine in forte aumento il numero di nuovi casi mentre l'unico dato in leggera diminuzione è relativo alla percentuale di casi diagnosticati attraverso l'attività di screening, al 18% anzichè al 20% della scorsa settimana.

 

04/11/2021

Dosi di richiamo per i vaccinati con Janssen, il CTS ha espresso parere favorevole

La Commissione Tecnico Scientifica di AIFA ha detto si ad una dose di richiamo per tutti i soggetti che hanno ricevuto un'unica dose di vaccino Janssen. La decisione è stata presa considerando che, con il passare dei mesi, si è osservata una diminuzione dell'efficacia vaccinale nei confronti delle forme lievi/moderate della malattia. La somministrazione di una dose booster con vaccino a mRNA a sei mesi dalla prima dose, invece, permetterà a questi soggetti di avere una risposta immunitaria potenziata ed efficace.

 

29/10/2021

Via libera anche allo Spikevax nella somministrazione di dosi booster

La Commissione Tecnico Scientifica di AIFA ha espresso parere favorevole all'utilizzo di Spikevax Moderna per la somministrazione di dosi booster in soggetti a partire dai 18 anni di età. Il vaccino si va ad aggiungere al Comirnaty della Pfizer ma per entrambi rimane la stessa regola di distanziamento dall'ultima dose ricevuta di almeno sei mesi. La dose booster del vaccino Moderna, comunica AIFA, sarà inserita nell'elenco di cui alla L.648/96, che consente di erogare un farmaco a carico del Servizio Sanitario Nazionale quando non esistono alternative terapeutiche.

 

20/10/2021

Ema approva nuovi siti di produzione e una nuova formulazione di Comirnaty

Via libera dall'Ema alla produzione del vaccino anti-Covid 19 Comirnaty a Monza e ad Anagni per 85 milioni di dosi aggiuntive che riforniranno, nei prossimi mesi, i paesi dell'Unione Europea. I siti saranno immediatamente operativi per produrre il prodotto finito e rientrano nel piano di espansione delle capacità di produzione dei vaccini Covid-19 intrapreso dall'Ema per contrastare la pandemia ancora in corso. Un'ulteriore novità sarà rappresentata nel 2022 dalla nuova formulazione dl vaccino Comirnaty pronta per l'uso, che non richiederà diluizione prima della somministrazione e potrà essere conservata a 2-8° C per 10 settimane, la formulazione attuale può essere conservata al massimo per un mese e richiede diluizione prima della somministrazione.

 

18/10/2021

Ema avvia la revisione di Evusheld per combattere il Covid-19

Arriva una nuova arma per prevenire il Covid-19 negli adulti? E' ancora presto per dirlo ma il comitato per i medicinali dell'EMA ha avviato la revisione continua di Evusheld, due anticorpi monoclonali combinati, (tixagevimab e cilgavimab), i cui risultati preliminari in studi clinici sono incoraggianti. I due anticorpi sono stati progettati per riconoscere e legarsi alla proteina spike di SARS-CoV-2 impedendole di entrare nelle cellule del corpo e causare la famigerata infezione. Si resta ora in attesa di dati sufficienti per consentire all'azienda AstraZeneca AB di presentare domanda formale di autorizzazione al farmaco.

 

13/10/2021

L'AIFA pubblica il nono rapporto sulla sorveglianza dei vaccini Covid-19

E' stato pubblicato da AIFA il nono rapporto di farmacovigilanza sui vaccini Covid-19 con i dati registrati nel periodo tra il 27 dicembre 2020 e il 26 settembre 2021. Su oltre 84 milioni di dosi somministrate le segnalazioni pervenute sono state 101.110 e di queste l'85,4% riferite ad eventi non gravi. Comirnaty è il vaccino maggiormente somministrato, seguito da Vaxzevria, Spikevax e Covid-19 Janssen e, per tutti, gli eventi avversi più segnalati sono stati febbre, stanchezza, cefalea, dolori muscolari/articolari. Poiché le segnalazioni fanno registrare una certa stabilità, Aifa ha stabilito che il rapporto di sorveglianza, d'ora in poi, avrà cadenza trimestrale e non più mensile.

 

04/10/2021

Il Ministero della Salute dà l'ok per somministrare contemporaneamente vaccino antinfluenzale e anticovid

Poiché si avvicina il momento della somministrazione del vaccino anti-influenzale ma, contestualmente, molti dei soggetti per i quali è offerta gratuitamente o raccomandata tale somministrazione sono eleggibili per la vaccinazione anti Covid-19, il Ministero della Salute ha reso disponibile una circolare al riguardo. In tal modo autorizza la somministrazione concomitante dei vaccini poiché nelle schede tecniche dei vaccini anti-SARS-CoV2 non sono presenti controindicazioni al riguardo. L'unica eccezione alla contemporanea somministrazione di vaccini riguarda i vaccini vivi attenuati per i quali il Ministero consiglia una distanza minima precauzionale di 14 giorni tra questi e il vaccino anti-Covid.

 

29/09/2021

Il Ministero della Salute avvia la somministrazione di dosi booster nell'ambito della campagna vaccinale anti-Covid 19

I soggetti di età pari o superiore agli 80 anni, il personale e gli ospiti dei presidi residenziali per anziani saranno i primi a ricevere dosi “booster” di vaccino anti SARS-CoV-2/COVID-19 naturalmente come richiamo dopo un ciclo vaccinale primario completato. Ad annunciarlo è il Ministero della salute che informa su terze dosi anche per esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario che svolgono attività in farmacie, parafarmacie, studi professionali, strutture sanitarie ecc.. La dose andrà somministrata sei mesi dopo l'ultima ricevuta e ad essere utilizzati saranno i vaccini ad m-RNA autorizzati in Italia.

 

27/09/2021

Il Ministero della Salute proroga la validità delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-Covid 19

Dato l'approssimarsi della scadenza della validità delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-Covid 19, stabilita da Decreto-Legge 23 luglio 2021 n.105 al 30 settembre 2021, il Ministero della Salute ha pubblicato la circolare in allegato che proroga al 30 novembre 2021 la validità di tale certificazione. Si precisa, inoltre, che non sarà necessario un nuovo rilascio delle certificazioni già emesse a meno che non siano intervenuti aggiornamenti come, ad esempio, la motivazione clinica dell'esenzione.

 

24/09/2021

L'AIFA pubblica la lista di farmaci ad attività immunosoppressiva per individuare le categorie cui somministrare la dose addizionale di vaccino anti-Covid

L'AIFA ha pubblicato la lista, non esaustiva ma sicuramente indicativa, di farmaci a maggiore attività immunosoppressiva o immunomodulante per individuare più agevolmente i soggetti per i quali è raccomandabile la somministrazione di una dose aggiuntiva di vaccino anti-Covid. L'assunzione di tali farmaci precedente o contemporanea alla somministrazione delle dosi di vaccino può aver ridotto la risposta anticorpale esponendo questi soggetti già fragili al rischio di contrarre il virus. Per tale motivo AIFA ha stilato la lista precisando che la dose addizionale non deve essere somministrata prima di 28 giorni dalla seconda dose e non deve tener conto del dosaggio di anticorpi anti spike dato che, attualmente, non esiste uno standard di riferimento e non è stata definita una concentrazione ottimale.

 

22/09/2021

Partita in tutta Italia la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per i fragili

Il Lazio ha fatto da apripista ma ora in tutte le Regioni d'Italia si procede speditamente alla vaccinazione, con la terza dose, di circa 3 milioni di cittadini "fragili". Lo annuncia la Conferenza delle Regioni e Province autonome che anticipa la possibilità di vaccinare di nuovo anche gli ultraottantenni e i sanitari. Poiché, infine, alcune nazioni stanno già vaccinando con la terza dose tutte le fasce di età con un criterio di progressività, il generale Fugliuolo ha anticipato che il CTS si riunirà, nei prossimi giorni, per deliberare se intraprendere la stessa strada.

 

15/09/2021

Il Ministero della Salute fornisce le indicazioni preliminari per somministrare dosi addizionali e booster di vaccino anti-Covid

E' del 14 Settembre la circolare del Ministero della Salute che offre le prime indicazioni sulla somministrazione di dosi addizionali e booster di vaccino anti SARS CoV-2. Saranno i soggetti trapiantati d'organo e con marcata compromissione della risposta immunitaria ad avere la possibilità di beneficiare di una dose aggiuntiva di vaccino dopo almeno 28 giorni dall'ultima dose. La dose booster, invece, sarà un richiamo dopo 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale da somministrare a popolazioni ad alto rischio per condizioni di fragilità. I vaccini da somministrare saranno Comirnaty di BioNTech/Pfizer e Spikevax di Moderna, di cui il Ministero trasmette l'aggiornamento delle note informative allegando un modulo di consenso informato specifico per la dose addizionale.

 

07/09/2021

Dosi di richiamo del vaccino Covid-19 mRNA, l'EMA valuta i dati raccolti

Il comitato per i medicinali umani (CHMP) dell'Ema ha iniziato una valutazione dei dati di uno studio clinico, attualmente in corso, su soggetti sani che hanno già ricevuto una dose di richiamo dopo 6 mesi dalla seconda vaccinazione, per valutare se la protezione diminuisce e sia necessario somministrare una terza dose. Entro le prossime settimane l'esito consentirà di capire se sia necessaria una dose di richiamo solo per soggetti dal sistema immunitario gravemente compromesso, per i quali gli Stati stanno già approntando una dose di richiamo, o per tutta la popolazione se la protezione risulta non adeguata ad affrontare i prossimi mesi invernali.

 

03/09/2021

Dosi aggiuntive e di richiamo dei vaccini anti-Covid, arrivano le considerazioni di ECDC-EMA

Il Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) con una relazione tecnica pubblicata ieri, 2 settembre 2021, ha concluso che attualmente non si registra la necessità di somministrare un'ulteriore dose di vaccini anti-Covid alla popolazione per intero ma, per coloro che presentano un sistema immunitario fortemente indebolito, si potrebbe prendere in considerazione l'idea. La priorità, infatti, deve rimanere quella di coprire tutti i soggetti idonei che non hanno ancora completato il ciclo di vaccinazione raccomandato. A questo punto EMA valuterà la situazione, in continuo evolversi per i dati che si raccolgono man mano che si procede con le attuali vaccinazioni ma, intanto, gli Stati membri predispongono piani preparatori per la vaccinazione aggiuntiva.

 

01/09/2021

Mascherine all'aperto in zona bianca, si fino al 30 ottobre 2021

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.207 del 30 agosto 2021 l'ordinanza 27 agosto relativa ad ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in «zona bianca». Tale ordinanza proroga la possibilità di non utilizzare mascherine all'aperto fino al 30 ottobre p.v. quando, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l'isolamento da persone non conviventi, fermo restando il "colore" della zona di residenza che deve necessariamente essere "bianco".

 

26/08/2021

AIFA: vaccino a m-RNA anche per ultra sessantenni con reazioni avverse al Vaxzevria

A seguito di reazioni avverse gravi di tipo trombotico o comunque a carico della sfera coagulativa dopo somministrazione di Vaxzevria, AIFA ha stabilito che anche i soggetti ultra sessantenni potranno procedere alla somministrazione della seconda dose con un vaccino a m-RNA, analogamente a quanto già stabilito per soggetti di età minore di 60 anni. Il tutto ricordando che a fronte dell'eterogeneità delle casistiche non si possono stabilire raccomandazioni generali ma occorrono comunque valutazioni cliniche dei singoli casi che si presentano di volta in volta.

 

24/08/2021

Nuovo Rapporto dell'ISS sulle varianti Covid-19 in Italia

L'Istituto Superiore di Sanità ha pubblicato un nuovo rapporto relativo alla presenze delle varianti Covid-19 sul territorio nazionale evidenziando che, come nel resto dell'Unione Europea, anche in Italia la variante Delta è ormai preponderante. A fronte della forte diminuzione delle varianti alfa e gamma, la percentuale di sequenze ascrivibili alla variante delta, sul totale dei sequenziamenti effettuati nel mese di luglio era pari all’86,8% fino a rappresentare il 96,2% dal 1 al 16 agosto. Poiché la variante delta è caratterizzata da una maggiore trasmissibilità rispetto alla variante alfa (tra il 40% e il 60%) e risulta associata ad un elevato rischio di infezione negli individui parzialmente vaccinati o non vaccinati la situazione viene costantemente monitorata per evitare nuove restrizioni.

 

06/08/2021

Arriva il prezzo calmierato per test antigenici rapidi in farmacia

È stato firmato nella serata di ieri il Protocollo d'intesa che stabilisce di calmierare i prezzi dei test antigenici rapidi, dal 6 agosto, anche per l’emissione della certificazione digitale. L'accordo, valido fino al 30 settembre 2021, prevede che presso le farmacie aderenti il prezzo del test a favore dei minori, di età compresa tra i 12 e i 18 anni sarà pari a 8 Euro, mentre per gli over 18 tale prezzo è fissato a 15 Euro. Le farmacie potranno gestire in autonomia prenotazioni ed esecuzioni dei test dando comunque priorità ai minorenni.

 

05/08/2021

Il Ministero della Salute sulle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19

Il ministero della Salute ha emanato una circolare rivolta a chi, per condizione medica non può ricevere o completare la vaccinazione al fine di ottenere una certificazione verde COVID-19. La certificazione sarà rilasciata direttamente dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi Sanitari Regionali o dai Medici di Medicina Generale o Pediatri di Libera Scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale in formato cartaceo e potrà avere una validità massima fino al 30 settembre 2021, salvo ulteriori disposizioni.

 

23/07/2021

Certificazione verde Green Pass - comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 30

In allegato il Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 30 che illustra le misure urgenti, decise nel Consiglio dei Ministri del 22 luglio 2021, per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche. Le nuove disposizioni saranno contenute in un decreto-legge, di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, per entrare in vigore dal 6 agosto 2021. Sul sito del Governo (vedi link sotto riportato) è disponibile una apposita sezione con le risposte alle domande più frequenti.

 

14/07/2021

Reithera annuncia i risultati della Fase 2 del vaccino Anti-Covid 19

È in arrivo una nuova arma per combattere il virus Covid-19? Sembrerebbe proprio di si visto i risultati dell'analisi preliminare di Covitar, lo studio clinico di Fase 2 del vaccino GRAd-COV2 contro il COVID-19 dell'azienda Reithera. Lo studio, iniziato lo scorso 18 marzo in 24 centri clinici, distribuiti su tutto il territorio italiano su oltre 900 volontari, mostra che il vaccino è ben tollerato alla prima somministrazione e ancor di più alla seconda. Attualmente non si registrano eventi avversi seri, solo i classici dolore e tensione al sito di iniezione, senso di affaticamento, dolori muscolari e mal di testa. L'azienda fa sapere inoltre che tre settimane dopo la prima dose si osserva una risposta anticorpale contro la proteina Spike in oltre il 93% dei volontari, e si raggiunge il 99% dopo la seconda somministrazione.

 

29/06/2021

Il Ministero della Salute aggiorna la classificazione delle nuove varianti SARS-CoV-2

L'OMS ha recentemente aggiornato la classificazione a livello globale delle nuove varianti SARS-CoV-2 poiché alcune risultano più trasmissibili rispetto alle precedenti o co-circolanti. Ad inizio Giugno in Italia la variante prevalente è risultata essere la variante Alpha, mentre la Gamma ha fatto registrare una maggiore diffusione in alcune specifiche regioni. Si sta osservando, però, una crescita di casi della VOC Delta, associata a un rischio più elevato di trasmissibilità e ospedalizzazione. La notizia confortante è che il completamento del ciclo vaccinale, qualunque sia il vaccino ricevuto, fornisce adeguata protezione sia nella popolazione generale che nei soggetti fragili.

 

24/06/2021

La SIP si pronuncia sulla vaccinazione Anti-Covid in età pediatrica e adolescenziale

Per ridurre la circolazione del virus, ma soprattutto il rischio di varianti potenzialmente più pericolose o capaci di ridurre l'efficacia dei vaccini attualmente in uso, la strategia ora messa in campo è quella di implementare l'offerta vaccinale indirizzandosi verso la popolazione pediatrica e adolescenziale. A tal proposito la Società Italiana di Pediatria ha redatto un documento contenente alcune raccomandazioni al riguardo ricordando soprattutto l'importanza di un intervento vaccinale globale, in tutte le età e in tutti i Paesi del mondo.

 

14/06/2021

Il Ministero della Salute pubblica il parere del CTS sui vaccini Vaxzevria e Janssen

Il Ministero della Salute, con nota n. 26246 dell’11 Giugno 2021, in seguito alla riunione del Comitato Tecnico Scientifico, ha fornito nuove indicazioni relative all'uso dei vaccini Vaxzevria e Janssen. "Alla luce di tali indicazioni il vaccino Vaxzevria viene somministrato solo a persone di età uguale o superiore ai 60 anni (ciclo completo). Per persone che hanno ricevuto la prima dose di tale vaccino e sono al di sotto dei 60 anni di età, il ciclo deve essere completato con una seconda dose di vaccino a mRNA (Comirnaty o Moderna), da somministrare ad una distanza di 8-12 settimane dalla prima dose.” Stessa cosa dicasi del vaccino Janssen che dovrà essere somministrato solo a soggetti di età superiore ai 60 anni.

 

07/06/2021

Il Ministero della Salute estende l'uso del Comirnaty ai giovani dai 12 e 15 anni e aggiorna le note informative

È stato pubblicato il comunicato del Ministero della Salute che estende l'indicazione di utilizzo del vaccino Comirnaty (BioNTech/Pfizer) per la fascia di età tra i 12 e i 15 anni e, di conseguenza, aggiorna le note informative, accogliendo il parere espresso dall’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA). In particolar modo gli aggiornamenti riguardano le note informative del vaccino Comirnaty e del vaccino Vaxzevria.

 

06/05/2021

Arriva il parere del CTS in merito all'estensione dell’intervallo tra le due dosi dei vaccini a mRNA e alla seconda dose del vaccino Vaxzevria.

Il Comitato Tecnico Scientifico è intervenuto in merito all'estensione dell’intervallo tra le due dosi dei vaccini a mRNA esprimendo parere favorevole al prolungamento nella somministrazione della seconda dose nella sesta settimana dalla prima somministrazione. Per quanto riguarda, invece, la seconda dose del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca ribadisce che i soggetti che hanno ricevuto la prima dose di questo vaccino senza aver avuto problemi, non presentano controindicazioni per una seconda somministrazione dello stesso tipo di vaccino.

13/04/2021

Somministrazione vaccino Anti-Covid ottima l'adesione delle farmacie

Arriva il comunicato stampa di Federfarma relativo all'adesione delle farmacie alla campagna per la somministrazione dei vaccini anti-Covid, un'adesione pari al 60% di tutte quelle presenti sul territorio nazionale. Su 18.000 farmacie, infatti, ben 11.000 hanno risposto all'appello, confermando il ruolo chiave nella rete di assistenza territoriale, e facendo ben sperare per il raggiungimento dell'obiettivo del numero di vaccinazioni quotidiane dalle attuali 250 mila alle 450 mila.

 

12/04/2021

Per le regioni arriva il nuovo ordine di priorità nella campagna vaccinale

E' stata emanata una nuova Ordinanza, la n.6 del 9 aprile 2021, del Commissario straordinario per l’attuazione ed il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-9 e per l’esecuzione della campagna vaccinale nazionale. L'Ordinanza nasce dall’esigenza di riportare le vaccinazioni nell’alveo del Piano nazionale ristabilendo un nuovo ordine di priorità; la vaccinazione anti-Covid, infatti, dovrà essere indirizzata prioritariamente a persone di età superiore agli 80 anni; persone con elevata fragilità e, ove previsto familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari; persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e, a seguire, quelle di età compresa tra i 60 e i 69 anni, utilizzando prevalentemente vaccini Vaxzevria (AstraZeneca) come da recente indicazione dell’AIFA; parallelamente tutto il personale sanitario e sociosanitario.

 

08/04/2021

 

Vaccino Vaxzevria. Aggiornamento raccomandazioni dal Ministero della Salute.

Il Ministero della Salute, pur ribadendo che il vaccino Vaxzevria (precedentemente denominato COVID-19 Vaccine AstraZeneca) è approvato a partire dai 18 anni di età, sulla base delle attuali evidenze, tenuto conto del basso rischio di reazioni avverse di tipo tromboembolico a fronte della elevata mortalità da COVID-19 nelle fasce di età più avanzate, raccomanda un suo uso preferenziale nelle persone di età superiore ai 60 anni e ribadisce che chi ha già ricevuto una prima dose, può completare il ciclo vaccinale col medesimo vaccino.

07/04/2021

Covid-19: Vaccini a confronto

Il Ministero della Salute, nell'ambito del piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2, ha dedicato un'apposita sezione a quelli attualmente disponibili, o di prossima disponibilità nel caso del Johnson&Johnson, indicando soprattutto il tipo di vaccino, l'età di somministrazione, l'efficacia sulla base dei dati attualmente raccolti in seguito alle vaccinazioni, le modalità di conservazione e somministrazione, riepilogati nell'elenco allegato.

01/04/2021

In dirittura d'arrivo il nuovo DL "Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici"

Si è riunito ieri il Consiglio dei Ministri per l'approvazione delle nuove misure volte a contenere l'epidemia da Covid-19 ma soprattutto per discutere di vaccinazioni anti-Sars-CoV-2. Nel comunicato stampa allegato, tra le tante cose, si pone attenzione sull'esclusione di responsabilità penale del personale medico e sanitario incaricato della somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2 e si introducono disposizioni volte ad assicurare l’assolvimento dell’obbligo vaccinale da parte del personale medico e sanitario.

31/03/2021

Comunicato Stampa congiunto Federfarma-Assofarm. COVID: vaccini somministrati dal farmacista in farmacia grazie ad accordo quadro nazionale

Federfarma e Assofarm hanno diramato un comunicato congiunto relativo all'accordo quadro per la somministrazione dei vaccini anti-Covid in farmacia da parte del farmacista, in attuazione di quanto previsto dalla legge Bilancio e dal decreto Sostegni.

24/03/2021

EMA ed AIFA informano su rischio di trombocitopenia e disturbi della coagulazione con vaccino AstraZeneca

L'AIFA ha pubblicato una nota informativa, concordata con le autorità regolatorie europee, relativa al rischio di trombocitopenia e disturbi della coagulazione con vaccino Covid di AstraZeneca, sottolineando nuovamente che " i benefici superano i rischi nonostante un possibile collegamento con casi molto rari di trombi associati ad un livello basso di piastrine". Si raccomanda comunque ai vaccinati di consultare immediatamente un medico se sviluppano sintomi quali: mancanza di respiro, dolore toracico, gonfiore alle gambe, dolore addominale persistente dopo la vaccinazione, mal di testa grave o persistente e visione offuscata, oppure lividi cutanei (petecchie) al di fuori del sito di vaccinazione. 

24/03/2021

È ufficiale il DL "Sostegni" con le nuove misure in materia di vaccinazioni Covid in farmacia

È stato pubblicato, nella G.U n.70 del 22/03/2021, il DL n.41 del 19 Marzo 2021 contenente, tra le altre disposizioni, nuove misure in materia di vaccinazioni in farmacia. Con l'obiettivo primario di intensificare l'andamento della campagna vaccinale, la norma prevede che, la somministrazione di vaccini Anti-Covid nelle farmacie, è affidata ai farmacisti opportunamente formati. Per gli aspetti operativi si sta lavorando all'individuazione di procedure per un'applicazione uniforme sul territorio nazionale. Di seguito uno stralcio del provvedimento ed in particolare l'art.20 in materia di "Vaccini e farmaci".

19/03/2021

Covid19: disposizioni per ottimizzare l’impiego delle dosi di vaccino

È stata pubblicata, sulla G.U. n. 67 del 18 marzo 2021, l'Ordinanza n.2/2021 "Disposizioni per ottimizzare l’impiego delle dosi di vaccino". L'Ordinanza prevede che le dosi di vaccino eventualmente residue a fine giornata, se non conservabili, siano eccezionalmente somministrate per ottimizzarne l'impiego evitando sprechi. La somministrazione deve avvenire in favore di soggetti disponibili al momento secondo l'ordine di priorità menzionato nel Piano nazionale e successive Raccomandazioni, consultabile al link riportato.

19/03/2021

AIFA riapre alle vaccinazioni con AstraZeneca

Dopo che l'EMA ha espresso parere positivo confermando il favorevole rapporto rischi/benefici, l'AIFA ha dato nuovamente il via libera alle vaccinazioni con AstraZeneca. Le indagine svolte dal Comitato di Valutazione dei rischi per la Farmacovigilanza hanno portato ad escludere che ci possa essere una correlazione tra i casi di trombosi e il vaccino AstraZeneca, di conseguenza vengono meno le ragioni alla base del divieto d’uso, in via precauzionale, dei lotti ritirati il 15 marzo scorso. Ora le Regioni stanno riaprendo le liste di prenotazione e riprogrammando gli appuntamenti già presi per riprendere speditamente nella campagna vaccinale in corso.

16/03/2021

Rapporto ISS COVID-19 n. 4/2021 “Indicazioni ad interim sulle misure di prevenzione e controllo delle infezioni da SARS-CoV-2 in tema di varianti e vaccinazione anti-COVID-19”

L'Istituto superiore di Sanità, in collaborazione con il Gruppo di Lavoro Prevenzione e Controllo delle Infezioni ha realizzato un documento per rispondere a diversi quesiti sorti a causa del circolare delle molteplici varianti del virus SARS-CoV-2. La diffusione delle tre varianti, attualmente accertate sul nostro territorio, desta molta preoccupazione; per tale motivo il documento pone attenzione sia alle misure di prevenzione non farmacologiche, come distanziamento fisico, mascherine, igiene delle mani, che a quelle farmacologiche quali i vaccini, la loro durata farmacologica, i comportamenti da adottare anche dopo la vaccinazione.

15/03/2021

AIFA sospende in via precauzionale il Vaccino AstraZeneca

In attesa che l'Ema si pronunci al riguardo, l'AIFA ha deciso di sospendere in via del tutto precauzionale e temporanea, la somministrazione del vaccino AstraZeneca in tutta Italia, in linea con le decisioni adottate anche da altri paesi Europei. L'agenzia del Farmaco fornirà appena possibile ulteriori informazioni "incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose"

15/03/2021

Diffuso il Piano vaccinale anti Covid-19 per fissare le linee operative

Con l'obiettivo di raggiungere quanto prima l'immunità di gregge e prevenire il maggior numero possibile di morti da Covid-19 è stato elaborato e diffuso il nuovo piano vaccinale anti Covid per arrivare ad almeno 500mila somministrazioni giornaliere di vaccino e raggiungere almeno l'80% di popolazione vaccinata entro settembre 2021. Tre sono le linee operative da seguire per arrivare a centrare gli obiettivi: 1.Approvvigionamento e distribuzione, attraverso costante contatto della struttura commissariale con tutti gli stakeholder, 2.Monitoraggio costante dei fabbisogni con interventi mirati, selettivi e puntiformi sulla base degli scostamenti dalla pianificazione, 3.Capillarizzazione della somministrazione, incrementando la platea dei vaccinatori e il numero di punti vaccinali. Per quest'ultimo punto è previsto l'impiego di MMG, Medici specializzandi, Medici convenzionati ambulatoriali, Pediatri di libera scelta e Farmacisti.

12/03/2021

EMA raccomanda l’autorizzazione nell’Unione Europea di COVID-19 Vaccine Janssen

L'EMA ha ritenuto solidi e rispondenti ai criteri di efficacia i dati sul vaccino Janssen e, di conseguenza, ha raccomandato il rilascio di autorizzazione all'immissione in commercio nei Paesi dell'Unione Europea. Una nuova arma, dunque, nella lotta al dilagare della pandemia e, ancor più preziosa se si considera che si tratta del primo vaccino che può essere somministrato con dose unica, con una efficacia stimata del 67% e con effetti indesiderati lievi o perlopiù moderati quali dolore nel sito di iniezione, mal di testa, stanchezza, dolore muscolare e nausea.

05/03/2021

SIMG: Sinossi riassuntiva delle caratteristiche dei vaccini COVID-19

La Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie ha pubblicato una sinossi riassuntiva delle caratteristiche dei vaccini Covid-19, aggiornata al 2 marzo 2021, riportando tra i molti dati, l'efficacia della copertura rispetto alla malattia severa, che include l'ospedalizzazione, l'efficacia generale dei vaccini attualmente in commercio e le attuali approvazioni che variano però con il trascorrere del tempo.

23/02/2021

Coronavirus: il comitato per la sicurezza sanitaria dell'UE approva un elenco comune di test antigenici rapidi per la COVID-19

Giovedì 18 Febbraio 2021 il Comitato per la Sicurezza Sanitaria dell'Unione Europea ha definito un quadro comune per l'uso e la convalida dei test antigenici rapidi e il riconoscimento reciproco dei risultati dei test per la COVID-19. Lo scopo primario è di riconoscere reciprocamente i risultati ai fini delle misure di sanità pubblica da attuare di volta in volta e di applicare una serie standardizzata di dati da inserire nei certificati riguardanti i risultati dei test. A tal proposito ha approvato un elenco comune di test antigenici rapidi, riportati in allegato insieme alle Raccomandazioni sull'Uso dei test antigenici rapidi.

Questo sito utilizza cookie di funzionalità persistenti e cookie analitici anonimizzati, anche di terze parti, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del Sito Internet da parte degli utenti. Per saperne di più o per ricevere istruzioni su come opporsi alla registrazione dei cookie tramite browser, consulta la nostra Cookie Policy.

  
Ho preso visione