L’empowerment del gruppo di lavoro come strumento di crescita e competizione

La riflessione di Alfonso Di Stasio, direttore responsabile di FarmaciaVirtuale.it, sull’importanza della formazione continua.

AlfonsoDiStasio fotopr  Quello che trovi qui sotto è un contenuto scritto da Alfonso Di Stasio, direttore responsabile di FarmaciaVirtuale.it e divulgatore partner di PharmUp, nonchè autore su Blog.FarmaciaVirtuale.it.

Dal proprio concepimento, fino alla fase distributiva, il farmaco o il prodotto salutistico entra nelle disponibilità “culturali” e “informative” degli attori della filiera.

Nata nei laboratori di un’università, una formulazione viene studiata, sperimentata, se è il caso prodotta, e poi distribuita, senza mai lasciare il mondo delle competenze.

Punto di “atterraggio”, prima di entrare nelle mani del paziente, è il farmacista territoriale.

Quando parlo di empowerment mi riferisco alla necessità di formazione continua delle persone che costituiscono un’organizzazione affinché esse possano essere puntualmente aggiornate sulle caratteristiche peculiari di un prodotto e delle problematiche che cerca di risolvere. 

Tale processo a volte potrebbe sembrare del tutto automatico e scontato, ma non è così. 

Nelle aule di studio universitario si tengono conto di caratteristiche legate agli aspetti molecolari ma non del prodotto finito che poi sarà commercializzato.

Può l’ottima conoscenza dei prodotti essere uno strumento di competizione?

Ebbene, con un adeguato processo formativo che tenga conto prima del problema da affrontare e poi della relativa soluzione, sarà possibile competere attivamenteritagliarsi un ruolo di non poco conto. 

La competizione sulle conoscenze un tempo era più limitata ma oggi è necessario confrontarsi con Dr. Google in primis, per poi passare ai competitor del canale. 

Questo è un aspetto cruciale perché di fatto, lasciando non presidiata l’area della cultura sui prodotti, si rischia di perdere la partita della conoscenza.

Quale è il ruolo del farmacista sul territorio, infondo, se non quello di fornire supporto a terapie in corso, farmaci, prodotti salutistici e problemi connessi alla somministrazione?

Ecco quindi che la formazione sulle caratteristiche del prodotto costituisce un fondamento su cui basare la propria crescita competitiva.

Dr. Alfonso Di Stasio
Subscribe
Notificami